Tarocchi di Marsiglia: Il Giudizio

20 XX Il Giudizio

La carta del Giudizio, la numero 20 dei Tarocchi di Marsiglia, descrive un Angelo con in mano una tromba su cui è attaccata una bandiera.

L'Angelo sembra fluttuare tra le nuvole blu e guardare dall'alto il mondo dei vivi.
Dalle nuvole si dipanano raggi di colore giallo e rosso che simboleggiano la luce del cielo sulla terra.

Il Giudizio presenta tre individui: il personaggio al centro è di spalle mentre, di fianco a lui, una donna e un uomo sembrano pregare.

Questa carta rimanda all'idea della vita e della morte e fa riferimento all'aldilà: porta una nota di speranza perché ricorda all'essere umano il dualismo tra il terrestre e il divino.

INTERPRETAZIONE DELLA CARTA
In funzione
Il Giudizio è segno di rinnovamento. Descrive un comportamento maturo e spirituale ed annuncia una ventata di redenzione nella vita degli individui, cioè un passo nella direzione di una forma più profonda di spiritualità.

Spesso associato alla Rinascita, il Giudizio porta con sé un messaggio di speranza.

Insieme alla Papessa, il Giudizio può annunciare una nascita.

Non in funzione
Il Giudizio non è di facile comprensione. Nel rifarsi al subconscio e al divino, è una carta oscura che può indicare esitazione o perversione ma può anche annunciare una cattiva notizia che arriva a distruggere le speranze riposte in un progetto.

CONSIGLI DAL GIUDIZIO
- Fai un bilancio della tua vita e decidi cosa deve essere cambiato: non è mai troppo tardi per rinascere.
- Questo è il tempo per mettere in atto la tua vocazione.
- Cosa vuoi veramente?
- Esci dalla tomba e comincia una nuova vita.
- Abbandona ciò che ti limita.
- Hai la possibilità di lasciarti alle spalle negatività e problemi se solo decidi di farlo.
- Rischia, se necessario, ma non fare compromessi.
- Punta a realizzare il massimo.
- Impara dai tuoi errori e ricomincia da capo.
- Aggiustare le cose o cercare di rattopparle non porterà a niente.
- Questo è il momento per un vero cambiamento.

PAROLE CHIAVE
Rinascita, Chiamata, Giudizio, Risorgere, Nuova Vita.

Nessun commento:

Posta un commento